Pancreatite acuta

La pancreatite è l'infiammazione acuta del pancreas. Viene fatta una distinzione tra forme acute e croniche. Di seguito sono riportate informazioni sulla pancreatite acuta. Questo è definito come un inizio improvviso di infiammazione del pancreas, che può verificarsi una volta o anche più volte.

Calcoli biliari come cause di pancreatite acuta

La causa della pancreatite acuta è che gli enzimi digestivi prodotti dal pancreas diventano attivi nel pancreas stesso (anziché nell'intestino) e attaccano il tessuto. Praticamente arriva all'auto-digestione dell'organo.

Più comunemente, la pancreatite acuta è causata da calcoli biliari. Il dotto escretore della colecisti (dotto coledoco) si unisce al dotto del pancreas (dotto pancreatico) nel duodeno (duodeno).

Quando i calcoli biliari escono, possono ostruire il passaggio, causando un arretrato di secrezioni pancreatiche. Poiché la bile può anche arretrare, è anche possibile l'ittero (ittero).

Altri possibili trigger

Un'altra causa comune è l'abuso di alcol.

Le cause più rare di infiammazione acuta del pancreas sono:

  • Lesioni al pancreas
  • Infezioni (parotite e altre malattie virali)
  • Disturbi nel metabolismo dei grassi o nell'equilibrio dei minerali
  • farmaci
  • vascolare
  • Malformazioni o ostruzioni meccaniche (tumore o stenosi al punto di apertura, cicatrici, ascaridi)

Pancreatite acuta: corso

L'arretrato della secrezione attiva gli enzimi che normalmente verrebbero rilasciati nell'intestino nel posto sbagliato. Si dice che questi enzimi abbattano i componenti nutrizionali. L'attivazione prematura provoca la digestione delle cellule pancreatiche. Possono anche essere attaccati i vasi sanguigni e possono verificarsi sanguinamenti. Attraverso questi processi, il corpo perde molto liquido e sangue ricco di proteine ​​e può rimanere scioccato.

Inoltre, gli enzimi attivati ​​possono entrare nel flusso sanguigno. Sono distribuiti nel corpo e possono causare danni ad altri organi. Nella cavità addominale si verificano irritazione dell'intestino al ileo paralitico e peritonite.

Nel pancreas stesso, c'è un edema del tessuto o addirittura necrosi. Al 60 percento, la forma più comune è la forma edematosa. La necrosi parziale si verifica nel 30% dei casi, completa necrosi nel 10% dei casi. Più necrosi sono pronunciate, maggiori sono le complicazioni e più alto è il rischio di morire di pancreatite.

Dopo la fase acuta, la causa della pancreatite deve essere eliminata per prevenire la reinfiammazione (ad esempio, la rimozione della cistifellea se i calcoli biliari sono la causa).

Sintomi di pancreatite acuta

La pancreatite acuta si manifesta come una "pancia acuta". I sintomi tipici della pancreatite acuta sono:

  • dolore acuto improvviso nell'addome superiore (spesso a forma di cintura con una radiazione nella parte posteriore)
  • vomito
  • nausea
  • gonfiore
  • faccia arrossata

Palpitazioni, polso accelerato, calo della pressione sanguigna e debolezza sono segni di uno shock iniziale.

I pazienti sembrano gravemente malati, l'addome è elastico e tenero. Con ileo simultaneo, i suoni intestinali sono ridotti. La congiuntiva dell'occhio può essere di colore giallastro come espressione di ittero concomitante. Nel siero di sangue, aumentano gli enzimi pancreatici a-amilasi e lipasi.

Diagnosi di infiammazione acuta del pancreas

La diagnosi viene solitamente fatta con ultrasuoni: il pancreas è gonfio; i calcoli biliari eventualmente esistenti sono riconoscibili. Se l'ecografia non è sufficientemente illuminante, è possibile eseguire una TC con mezzo di contrasto.

Per escludere altre possibili cause di un addome acuto, viene creata una radiografia del torace e dell'addome. Se vengono rilevati calcoli biliari, un ERC verrà eseguito in anticipo.

Possibilità di guarigione e prognosi

Più gravi sono le necrosi e le complicanze, più è difficile.

Nella forma edematosa senza complicazioni, la mortalità è del cinque per cento. Nella necrosi parziale e in una o due complicazioni, la mortalità è già tra il 25 e il 50%. Con necrosi totale e tre o quattro complicazioni, la mortalità aumenta dall'80 al 100 percento.

Se la pancreatite acuta viene superata e la causa scatenante viene eliminata, la malattia di solito guarisce. Tuttavia, cicatrici e cisti possono rimanere e limitare la funzione dell'organo.

Complicazioni di pancreatite acuta

Le possibili complicanze della pancreatite acuta sono molteplici e temute:

  • Shock a causa della perdita di liquidi
  • insufficienza renale acuta
  • insufficienza polmonare acuta
  • sepsi
  • Formazione di un ascesso
  • Necrosi su organi adiacenti
  • Sanguinamento nel tratto gastrointestinale (sangue che scorre dal pancreas nell'intestino, sanguinamento da stress nello stomaco)

Trattamento di pancreatite acuta

Il trattamento della pancreatite acuta deve essere eseguito in ospedale, nei casi più gravi anche nel reparto di terapia intensiva, poiché i pazienti devono essere attentamente monitorati.

La terapia consiste nel riposo a letto e nel divieto di assunzione di cibo e liquidi. Nel vomito, ileo e complicanze, viene inserito un sondino nasogastrico. I pazienti ricevono antidolorifici, se necessario antibiotici. Nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere i tessuti morti.

Quando un paziente con pancreatite acuta può mangiare di nuovo, è diverso. Inizia lentamente con tè e fette biscottate, seguito da cibi leggeri (niente grassi, caffè, alcool).

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento