Bronchite acuta: sintomi e diagnosi

La bronchite acuta è una delle più comuni malattie respiratorie. Circa 80 persone su 100.000 contraggono questa infiammazione della mucosa bronchiale ogni settimana. Questo numero può anche raddoppiare nei mesi invernali. Qui troverai tutto sulle cause, i sintomi e il decorso della bronchite acuta.

Qual è la bronchite acuta?

La bronchite è un'infiammazione della mucosa dei rami tracheali (bronchi). Si distingue la bronchite acuta febbrile dalla bronchite cronica.

La malattia si verifica più spesso in un clima umido-freddo come la primavera, l'autunno o l'inverno ed è solitamente associata ad infiammazione della trachea (tracheite). Principalmente, la malattia è una conseguenza di un'infezione virale delle vie respiratorie superiori.

Cause di bronchite acuta

Molto spesso, la bronchite acuta si verifica quando la persona è stata precedentemente esposta a climi umidi, umidi o ipotermia. Tali influenze indeboliscono la resistenza del corpo e causano una maggiore suscettibilità agli agenti patogeni, poiché i virus sono la causa più comune di bronchite acuta. I virus sono contagiosi e vengono trasmessi tramite l'infezione delle goccioline. Spianano la strada alla successiva infezione da batteri.

A volte la bronchite acuta è anche causata da stimoli chimici (per esempio, inalazione di fumo o acidi). Inoltre, la bronchite acuta può svilupparsi come una malattia concomitante di alcune malattie infettive come l'influenza, il morbillo o la pertosse.

Bronchtis acuto: particolarmente comune nei bambini

I neonati e i bambini in particolare sviluppano spesso bronchite acuta. Ma finché non c'è una causa identificabile e seria dietro, non è preoccupante. I bambini hanno maggiori probabilità di soffrire di infezioni o raffreddori rispetto agli adulti.

Sintomi, decorso e durata della bronchite acuta

Questi sono i segni della bronchite virale:

  • La bronchite virale non complicata inizia per un breve periodo con dolore freddo, raucedine, cervicale, della testa e del corpo e un malessere generale come segno di un'infezione del tratto respiratorio superiore.
  • Successivamente, si verifica una tosse secca con espettorazione inizialmente chiara, tenace, soprattutto al mattino, che diventa presto biancastro e viscido-purulento.
  • Spesso il paziente lamenta dolore toracico o bruciore al petto.
  • La febbre superiore a 39 ° C è rara.
  • Inoltre, la gola è rossa.
  • Quando si ascoltano i polmoni, il medico sente alcuni, i cosiddetti suoni di sonaglio.

Al più tardi dopo l'insorgenza dell'espettorazione delle mucose, è consigliabile andare dal medico. Dopo tutto, una tosse persistente e un muco che si ripara a lungo andare possono danneggiare gli strati della membrana mucosa e mettere a dura prova il corpo. Inoltre, il muco è un terreno fertile ideale per virus e batteri - quindi, se necessario, dovrebbero essere prese misure per rimuovere il muco.

Normalmente, la bronchite virale acuta si risolve in pochi giorni e solitamente guarisce da sola.

Bronchite batterica

Se, tuttavia, a seguito di un'infezione virale, si verifica bronchite batterica, l'espettorato cambia e diventa giallastro o verdastro e limoso-purulento. Frequentemente, la persona colpita soffre di suoni respiratori e talvolta anche di fiato corto. La guarigione in questo caso è solitamente possibile solo con il trattamento con antibiotici.

Senza trattamento, l'infezione batterica dei bronchi può diffondersi al tessuto polmonare circostante. Quindi crea polmonite. Per questo motivo, un medico dovrebbe sempre essere consultato se i sintomi non scompaiono da soli dopo alcuni giorni o se sono visibili tracce di sangue nel muco della tosse.

Diagnosi di bronchite acuta

Un esame approfondito dovrebbe essere fatto per la bronchite acuta. Particolarmente importante è l'ascolto dei polmoni, in tempo per rilevare i primi segni di polmonite. Se c'è il sospetto che ci sia broncopolmonite dietro la malattia, deve essere predisposta una radiografia del torace.

Inoltre, il sangue può essere esaminato. Come segno di infiammazione acuta, aumentano la proteina C-reattiva, la velocità di eritrosedimentazione (ESR) e il numero dei globuli bianchi. Nella fase di espulsione purulenta-purulenta, questo dovrebbe essere esaminato per i germi batterici. Dopo l'esame, un antibiotico che agisce solo contro questi batteri può essere somministrato in modo mirato.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento