Agitazione: cosa fare per irrequietezza morbosa?

L'agitazione (anche: agitazione) è intesa come uno stato di eccitazione interiore che si manifesta attraverso un'insaziabile spinta a muoversi. Gli stati di agitazione possono apparire come un sintomo di varie malattie mentali o come un effetto collaterale dell'assunzione di determinati farmaci. Anche l'uso di droghe o il ritiro di farmaci possono causare agitazione.

Agitazione o nervosismo?

È importante distinguere l'agitazione dalla semplice irrequietezza o nervosismo, poiché in uno stato di agitazione può essere necessario un trattamento medico. Ecco come identificare l'agitazione e cosa puoi fare al riguardo.

Caratteristica caratteristica dell'agitazione è l'eccessiva necessità di movimento. Le persone agitate di solito corrono irrequiete su e giù e non sono in grado di stare ferme. Inoltre, spesso mostrano movimenti incontrollati e privi di obiettivi come l'irrequietezza, la spiumatura costante dei propri vestiti o la manipolazione casuale di oggetti. In psicologia, questi comportamenti sono riassunti dal termine "potenziato psicomotorio".

Immensa voglia di muoversi come indicazione

I pazienti stessi di solito sperimentano una forte tensione interiore e irrequietezza in uno stato di agitazione. Tuttavia, a differenza delle persone che sono generalmente nervose o stressate in una situazione stressante, gli individui agitati non sono in grado di sopprimere l'impulso a muoversi.

Spesso, aumentava l'irritabilità al comportamento aggressivo e le esplosioni incontrollate. In rari casi, potrebbe essere necessario anche un posizionamento temporaneo in una clinica psichiatrica per evitare di mettere in pericolo la persona o altri.

Cause e trigger

L'agitazione può essere causata da una varietà di cause:

  • Nel contesto di malattie mentali come la demenza, la depressione, la schizofrenia, il disturbo borderline di personalità e il disturbo d'ansia così come l'agitazione mentale acuta possono verificarsi come sintomo.
  • L'assunzione di droghe, l'abuso di alcool e il ritiro di alcol o droghe possono causare agitazione, specialmente se si tratta di una disregolazione (delirio).
  • Malattie organiche come grave ipertiroidismo, epilessia, squilibri metabolici (ad esempio nel diabete) o elettroliti, così come un attacco d'asma o mancanza di ossigeno possono innescare uno stato di agitazione.
  • Ci possono essere prove di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) se ci sono segni di agitazione nei bambini. Un eccessivo impulso a muoversi è solitamente accompagnato da gravi problemi di concentrazione e dalla tendenza ad azioni impulsive. Se noti questi sintomi in forma pronunciata nel tuo bambino, dovresti chiedere consiglio a un pediatra o psicologo infantile.

Agitazione come effetto collaterale delle droghe

L'agitazione può essere un effetto collaterale con alcuni farmaci. Pertanto, quando si assumono sedativi come benzodiazepine o analgesici oppioidi come la morfina, può verificarsi una cosiddetta reazione paradossa. Viene fornito con il paziente a uno stato di agitazione, anche se il farmaco dovrebbe effettivamente avere un effetto calmante.

Farmaci per la depressione come la venlafaxina o il litio e farmaci simili a cortisone possono anche portare all'agitazione. Questo è particolarmente vero quando vengono sovradosati. Occasionalmente, l'agitazione si osserva anche dopo l'intervento chirurgico come effetto collaterale dell'anestesia.

Depressione agitata

La depressione agitata è una forma speciale di disturbo depressivo perché a volte i sintomi sono diversi dai tipici segni di depressione. Mentre i pazienti in una depressione classica di solito lamentano svogliatezza e mostrano un rallentamento dei movimenti, la depressione agitata è caratterizzata da irrequietezza e pulsione. Inoltre, di solito angoscia tormentante e forte inquietudine interiore.

In alcuni casi questo può portare a azioni impulsive e quindi a un aumentato rischio di suicidio. Pertanto, è importante interpretare correttamente i sintomi e iniziare un trattamento psicoterapeutico precoce.

Fornire pace e sicurezza

Rispetto ad una persona agitata, è prima di tutto importante mantenere la calma e irradiare serenità. Segnala che l'aiuto è possibile perché per il paziente la sua condizione è di solito più spaventosa. Crea una situazione calma e rimuovi gli stimoli interferenti quando possibile. In determinate circostanze, potrebbe essere utile chiedere ad altre persone dalla stanza.

Tuttavia, se la persona sta mostrando un comportamento aggressivo ed è quindi un potenziale pericolo per se stessi o gli altri, non si dovrebbe esitare a chiamare il servizio di soccorso. Perché con una forte agitazione, può essere necessario che il paziente sia trattato con tranquillanti (benzodiazepine). Nei casi molto gravi, il medico di emergenza deve indirizzare il paziente in una clinica psichiatrica per evitare un pericolo personale o di altro tipo.

Tuttavia, anche se la persona interessata si calma e l'agitazione si attenua, uno stato di agitazione dovrebbe sempre essere chiarito da un medico o uno psicoterapeuta per scoprire la causa sottostante.

Aumento del rischio di lesioni nella demenza

È particolarmente difficile affrontare l'agitazione nei dementi. Perché da un lato, coloro che sono affetti dalla limitata capacità mentale, la situazione di solito non può catturare, rendendo difficile una conversazione rilassante. D'altra parte, vi è un aumento del rischio di lesioni e di cadute per il paziente in tale stato di riposo, che spesso si verifica anche durante la notte.

Anche il trattamento dell'agitazione con tranquillanti rappresenta un rischio maggiore negli anziani con demenza, poiché questi farmaci limitano ulteriormente le capacità motorie e mentali. Come supplemento significativo alla terapia farmacologica, si possono usare aromi di fragranza e musica rilassante.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento